24 May 2017 AMBIENTI, CATEGORIE, POST, Termostati & Clima

Risparmiare costa il 65% in meno

Noto come Ecobonus Domotica, in vigore già nel 2016, vede rinnovato l’interesse poiché rientrato nelle agevolazioni previste anche dalla Legge di Bilancio 2017. E soprattutto perchè consente di recuperare il 65% degli investimenti sostenuti.

Le spese devono avere per oggetto i dispositivi multimediali per il controllo remoto di impianti per il riscaldamento, la climatizzazione e la produzione di acqua calda. La motivazione principale stabilita dal legislatore è l’aumento della consapevolezza nei consumi che si può anche tradurre in un più efficiente funzionamento degli impianti.
Il Termostato Smart è fra le soluzioni più semplici e convenienti di cui dotarsi in funzione dei requisiti necessari per avere diritto alla detrazione fiscale:

  • mostrare attraverso canali multimediali i consumi fornendo periodicamente dei dati
  • mostrare le condizioni di funzionamento correnti e le temperature di regolazione degli impianti
  • consentire l’accensione, spegnimento e regolazione programmata per la settimana, anche da remoto.

Nei costi, senza un limite prefissato, possono essere inclusi la fornitura degli apparati, la posa in opera e le opere elettriche e idrauliche, in pratica l’intero ammontare sostenuto esclusi gli apparecchi utilizzati per interagire come smartphone, tablet e personal computer. Ad averne diritto sono anche le persone fisiche proprietari o in comodato d’uso di immobili o esercenti di arti e professioni titolari di partita IVA.

La procedura da utilizzare sarà on line nel sito ENEA, con due moduli separati nel caso le spese siano state sostenute contestualmente o meno ad altri interventi di riqualificazione energetica. La documentazione dovrà essere inoltrata entro 90 giorni dalla fine lavori. Il pagamento deve essere eseguito esclusivamente con bonifico bancario o postale in cui sia riportata la causale del versamento e nella modulistica occorre riportare il proprio Codice Fiscale e quello del fornitore, o la sua Partita IVA. Le spese sostenute dovranno essere suddivise in 10 quote annuali e portate in detrazione a partire dalla successiva dichiarazione dei redditi, con modello 730 o Unico.

Se volete conoscere come un Termostato Smart può ridurre fino al 30% le spese di riscaldamento bastano due minuti, la durata di questo video. Nel frattempo considerate che grazie all’Ecobonus il risparmio è ancor più interessante.

Maggiori informazioni

Comments are closed.